Feed RSS

Archivi categoria: marmellata d’arance

Marmellata di arance – (senza bucce)

Avevo intenzione di provare una marmellata di arance ma usando nella cottura le bucce già candite. Nell’altra ricetta che vi ho proposto le bucce erano tagliate sottili (senza parte bianca) e rimesse in cottura con la marmellata. Ho cambiato idea temendo che i canditi rimessi a cuocere in altro sciroppo diventassero davvero stucchevoli, per cui  ho fatto la marmellata di arancia senza bucce (le avevo già candite).
Questa è una marmellata adatta a chi non ama troppo il dolce, ma la pulizia delle arance, al contrario di altri frutti (mele, pere, …) è decisamente noiosa e lunga.
Ps: preferite arance bionde perchè durante la cottura la marmellata diventa piuttosto scura.

Ingredienti:
6 arance
succo di mezzo limone
zucchero
Pelate a vivo le arance. io sbuccio il frutto lasciandolo intero, poi tolgo la parte esterna degli spicchi e tolgo la polpa (in pratica non spaccio mai l’arancia a spicchi) VEDETE LA FOTO IN BASSO. Se avete un metodo più comodo usatelo e suggeritemelo!!!

 

 

Una volta ottenuta la polpa e un poco di succo, la pesiamo. Nel mio caso, 6 arance, private di buccia e tutte le parti bianche, erano 920 gr di polpa.
 

 

Pesate lo zucchero, io ne ho usato 700 gr, la ricetta tradizionale lo vorrebbe pari ma per me sarebbe esageramente dolce. Lo zucchero oltre al sapore incide molto sulla conversazione quindi non riducete MAI le dosi oltre la metà mantenetevi su una proporzione di 3/4  rispetto al peso della frutta.
 

 

Mettete in una pentola la frutta con mezzo bicchiere di acqua e portate ad ebollizione. Questa pre-cottura della frutta accorcia un poco i tempi della marmellata ed evita il rischio che si caramellizzi se prolungate troppo i tempi (ovvio che se la fate bollire un’ora e mezza caramella lo stesso!). Dal momento del bollore aspettate 5 minuti, e aggiungete lo zucchero. Si scioglierà immediatamente.
Fate bollire a fuoco vivace per una mezz’ora, rimestando di tanto in tanto, e togliendo con la punta di un cucchiaio la schiumetta (se avete pulito bene le arance non dovrebbe formarsene molta, rimuovete quella che potete).
Dopo 30 minuti abbassate la fiamma e continuate a far cuocere, sempre controllandola e girandola di tanto in tanto, per 15-20 minuti. La marmellata avrà già cambiato colore diventando molto più scura, quindi aggiungete il succo di limone per schiarirla.
 


Dopo complessivi 50 minuti circa di cottura, fate la prova piattino, la marmellata resterà comunque abbastanza liquida. Invasatela in vasi sterilizzati e fatela raffreddare con vasi capovolti coperti da uno strofinaccio. Quando è fretta ripotenela in credenza.
Si conserva per un anno (forse anche più).
Con 6 arance (1,7 kg), 920 gr di polpa, ho ottenuto tre vasi da circa 380 gr (peso netto) ognuno.
 

<!–

–>