Feed RSS

Pan di spagna

Inserito il

Pan di Spagna (PdS)

La ricetta del pan di spagna l’ho già postata, forse più volte, ma mai corredata di fotografie perchè sono davvero pochi passaggi. Essendo, però, una ricetta base per la realizzazione delle classiche torte (si presta ad essere arricchito per ottenere versioni al cioccolato, alle mandorle-nocciole, con goccie di cioccolato, cocco, aromi di limone, arancia, ecc.ecc.) mi sembrava il caso di dedicargli un passo passo.
Ci sono altre due ragioni: conosco persone che fanno il pan di spagna aggiungendo latte/acqua, olio e lievito.. insomma un ciambellone, buono è buono ma risulta essere piuttosto “pesante” (troppo ricco). Il segreto di un buon pan di spagna come vedrete è solo nella lavorazione degli ingredienti.
L’altro motivo per cui mi sembra giusto far vedere che fare il pds è una stupidaggine è il costo, perchè al forno o all’iper, un pan di spagna di piccole dimensioni si aggira sui 5-6 euro (UN FURTO) e spesso non si ha garanzia sulla freschezza o sul tipo di ingredienti.

175

Passiamo alla ricetta:

INGREDIENTI (per un pan di spagna piccolo, 22 cm)

4 uova
100 gr di zucchero
100 gr di farina 00

FINE DEGLI INGREDIENTI!!!

Le uova si montano intere con lo zucchero, per almeno almeno 15 minuti (frullino alla seconda velocità), e quando dico che devono diventare cremose, significa proprio della consistenza di una crema. Vi sembrerà che sia stata aggiunta della panna montata, e l’impasto scriverà, ovvero cadrà pesantemente da un cucchiaio lasciando il segno a lungo. Guardate per credere!

177
A questo punto, dovete aggiungere la farina.  L’unica accortezza è  setacciarla (se non avete lo spargifarina, usate un colino) e aggiungerla poca per volta. Potete continuare ad usare delicatamente il frullino alla minima velocità. Quando la farina sarà ben incorporata fermatevi, non frullate oltre perchè continuereste a sgonfiare l’impasto. La consistenza sarà ancora molto spumosa. Versatelo nella tortiera imburrata e infarita. Abbiate la cura di disporre più impasto ai bordi perchè tenderà a crescere di più al centro (ma non preoccupatevene troppo, raffreddandosi si livella da sè). L’impasto gonfierà in forno, quindi lasciate sempre un certo margine ai bordi della tortiera.

176

Infornatelo per 20-25 min (fate sempre la prova stecchino) a 180°. Se lo fate più grande (con più uova, e ingredienti in proporzione) avrà bisogno di qualche minuto in più (5-10 min).
Come vedete la superficie ha le classiche rughe del pan di spagna. 

174

Anche il fondo ha lo stesso colore della superficie, e si maneggia facilmente per girarlo e rigirarlo. L’altezza è di 3-4 cm e dipende dalle dimensioni dello stampo.
Se dovete farcirlo, aspettate che si raffreddi per tagliarlo. L’interno risulterà ben alveolato, soffice e di un giallo carico.

173

Annunci

Informazioni su draghettacook

Salve a tutte e benvenute nel mio piccolo angolo culinario. Sono una "ragazza" di 31 anni che ama cucinare. Ho sempre trovato la cucina un passatempo rilassante e un bel modo per prendersi cura di chi si ama. L'idea del blog nacque anni fa per avere un angolino dove consultare le mie ricette ovunque mi trovassi... ma anche perché me le chiedevano in tanti e questo era un bel modo per poterle condividere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: